Al World Economic Forum di Davos del gennaio 2014, 25 sessioni sono state dedicate al benessere e alla salute mentale. All’evento è intervenuto Matthieu Ricard, monaco buddista interprete francese del Dalai Lama. Ricard ha guidato ogni mattina la meditazione davanti a politici e uomini d’affari. Tra gli appassionati, l’economista Nouriel Roubini, il CEO di Goldman Sachs Llyod Blanfein, e Christine Lagarde, direttrice del Fondo Monetario Internazionale, che pratica regolarmente anche le posizioni (asana) dello yoga.

È diffusa ormai la consapevolezza degli effetti benefici della pratica: un quarto delle maggiori aziende americane, da Google a Apple, ha programmi di riduzione dello stress.

Molte aziende, soprattutto americane, hanno introdotto lo yoga per i propri dipendenti e collaboratori. Con quali vantaggi? Un migliore stato di salute dei dipendenti, un maggior coinvolgimento (riducendo il fenomeno dell’assenteismo), un approccio mentale più orientato verso la positività, facilitazioni delle relazioni interpersonali con un rafforzamento del gioco di squadra. Lo yoga viene inserito sempre più spesso nei programmi di welfare aziendale dove, secondo un’indagine McKinsey – Valore D, si registra un maggior impegno dei dipendenti (+30%) e un vantaggio economico: per ogni 150 euro di costi (pacchetto welfare) l’azienda ha un beneficio netto di 300 euro a dipendente.

Yves Rocher, giornata Chi ben comincia, 12 maggio 2017, Milano

Foto presa da Instagram Yvesrocheritalia

Il restorative yoga agisce sul corpo e sulla mente. Numerosi gli effetti comprovati da studi scientifici: maggiore benessere psico-fisico, miglioramento della respirazione, rafforzamento del sistema immunitario, aumento della concentrazione e dell’equilibrio, aumento della creatività e del autostima.

Portare lo yoga in azienda significa anche offrire delle posizioni che non richiedono un certo livello fisico, ma che possono essere tenute da tutti, anche dai manager e dai dirigenti! Il restorative yoga lo permette grazie all’utilizzo di supporti come sedie, coperte e cuscini. Questa tecnica consente di rilassarsi in pochi minuti e ovunque.

La pratica del restorative yoga aiuta a gestire meglio le sollecitazioni a cui quotidianamente siamo sottoposti. Sul piano del corpo si ha un miglior utilizzo delle risorse energetiche, a livello mentale si è più lucidi, intuitivi e risolutivi e sul piano delle relazioni si riesce a sviluppare capacità nella mediazione. La pratica del restorative yoga è essenziale per i manager e i dirigenti.

Durata dei corsi di Restorative Yoga in azienda:

  • Programma Resting Lunch: 3/4 d’ora a pausa pranzo una volta a settimana per 8 settimane.
  • Programma “Rest, your way to success” di una mezza giornata o di una giornata intera per imparare a prendere cura di sé e migliorare la sua produttività e creatività.

Programma:

  • il restorative yoga per imparare a rilassarsi ed a centrarsi
  • il respiro e la gestione dello stress
  • il respiro e il flusso del pensiero
  • esercizi sul tessuto connettivo con palline da tennis per gestire i dolori cronici
  • “Emergency tools” del restorative yoga per un riequilibrio quotidiano
  • Esercizi di visualizzazione

Quali risultati?

Essendo più coscienti delle nostre tensioni, emozioni e dei nostri pensieri, possiamo gestirli nel momento in cui si presentano. Così siamo più efficaci nell’ambito professionale.


Hai bisogno di più informazioni?

Scrivimi subito, ti risponderò nel più breve tempo possibile!


Pour obtenir plus d’information…

écrivez-nous, nous vous répondrons dans les plus brefs délais!